Ariete 909: sentirsi pizzaioli | Recensione

Ariete 909: sentirsi pizzaioli | Recensione

La pizza è uno dei simboli della cultura culinaria (e non solo) italiana nel mondo. Per godere del piacere di un impasto semplicissimo, fatto con pochi ingredienti poveri, si è disposti a tutto: impastare, attendere ore di lievitazione, curare le temperature del forno, infarinarsi e chi più ne ha, più ne metta! C’è anche chi è disposto a fare 200 km e più per una pizza indimenticabile (mi è capitato, davvero, circa un mese fa di essere pronto ad entrare nel tempio della pizza, “i Masanielli” di Francesco Martucci a Caserta. Subito dopo di me, due turisti americani, in vacanza a Roma, avevano noleggiato un’auto solo per venire a mangiare la pizza di Martucci! Senza aver neppure prenotato, rischiando di non poter neppure sedere al tavolo, hanno percorso più di 200 km per una pizza!).

Dove trovare una pizza meravigliosa?

Oltre la recensione

Questa recensione vi racconterà se, e come, potete cimentarvi nell’arte bianca – il panificatore, il pizzaiolo – a casa vostra.
Ma se volete qualche suggerimento per scoprire dove gustare una pizza meravigliosa fatta da mani esperte vi invito a leggere il nostro articolo su Mapstrun’App fatta per condividere esperienze.
Per consigli su dove trovare pizze incantevoli, clicca sul bottone accanto e seguimi.

Ariete 909 pizza in 4 minuti Recensione
Ariete 909: pizza in 4 minuti. Foto: https://www.ariete.net/catalog/Forni/forno-pizza-fatta-in-casa-pronta-in-4-minuti

Ariete 909: pizza in 4 minuti

Ariete propone a tutti gli appassionati di pizza il suo fornetto da pizza, l’Ariete 909.
Un forno elettrico, equipaggiato con pietra refrattaria e resistenze che consentono di raggiungere fino a 400°C, progettato per la preparazione di pizze in stile classico napoletano

Il prodotto è un forno entry-level per avvicinarsi al mondo dell’arte bianca, ma che riesce a restituire risultati più che discreti. Ve ne parliamo tra un attimo, iniziamo con il raccontarvi le sue specifiche e il contenuto della confezione di vendita.

Ariete 909: non solo pizza

Cosa c’è in confezione?

La confezione di vendita dell’Ariete 909 è molto semplice, quasi minimale.
All’interno della classica scatola di cartone, con logo e immagine di prodotto, troviamo il fornetto, il manuale d’istruzioni e due palette in legno.
E’ necessario approfondire brevemente il tema palette: non sono pale da pizza come quelle che trovate in pizzeria. Si tratta di due semicerchi, in legno, leggermente inclinati lungo il lato diritto (diametro). All’estremo opposto troviamo i manici per controllarle.

Tra poco vi spiegherò anche come vanno adoperate.

Ariete 909: le palette
Le palette in legno di Ariete 909 sono comode per la messa in cottura della pizza.

Specifiche tecniche

Ariete pecca nel fornire informazioni approfondite sulle specifiche tecniche del fornetto.
Dopo un po’ di ricerche e letture (tra forum, documentazione ufficiale, gruppi tematici) ho potuto ricavare qualche informazione che per alcuni saranno utili.

Materiali e dimensioni

Il forno è realizzato in metallo nella parte principale del suo corpo. Esternamente smaltato in rosso, internamente riflettente (per contenere il calore meglio all’interno e far aumentare la temperatura rapidamente).

Il corpo principale poggia su dei piedini in materiale plastico e termicamente isolante. Ha due maniglioni sulla parte superiore per poterlo aprire comodamente, una rotellina per la gestione della temperatura (in scala da 1 a 5) e una rotellina settare il timer. Infine troviamo la spia che segnala il raggiungimento della temperatura impostata.

Concludiamo l’escursus descrittivo segnalando la presenza di un cavo di alimentazione lungo quanto basta e con presa schuko.

All’interno ritroviamo una pietra refrattaria dal diametro vicino ai 30cm di diametro (qualcosina in più).
Infine abbiamo due resistenze: una superiore a vista, una inferiore sotto la refrattaria.

Qualche dato tecnico

Peso del fornetto: 3.94 kg

Potenza: 1200 W

Temperatura massima: 400 °C

Sono soltanto queste le informazioni tecniche che Ariete pubblica sui materiali del fornetto Ariete 909. Da ricerche personali ho tratto qualche altra informazione utile (ma non ne certifico al 100% la validità non avendo potuto fare un controllo personale diretto su tutto quanto dichiarato).

Le resistenze dovrebbero – condizionale, per ora, d’obbligo – essere:
– Superiore da 500W (dato confermato)
– Inferiore da 700W

Pizza fiordilatte, acciughe, pomodorino giallo del Vesuvio, basilico e provolone
Uno dei risultati ottenuti con l'Ariete 909. Pizza fiordilatte, acciughe, pomodorino giallo del Vesuvio, basilico e provolone.

Ariete 909: faccio il pizzaiolo (per finta)

Con l’Ariete 909 mi sono sentito per una sera (quasi) pizzaiolo.
Utilizzarlo è davvero semplice, ma richiede pazienza e un po’ di studio preliminare: l’impasto è fondamentale per una resa ottimale, ma è fondamentale anche ragionare sui tempi e sulle temperature di cottura delle pizze.

Se il forno è troppo caldo brucerà il suo contenuto, se troppo freddo i tempi di cottura si allungano portando all’effetto biscottato.

Allo stesso tempo l’impasto deve essere quello giusto per restituire quanto ci si attende: un impasto da focaccia non si trasformerà mai in una pizza tipo napoletano; un impasto da pane non sarà mai come quello di una pinsa ecc.

L’impasto

Per la mia serata di pizze ho scelto di lavorare un impasto tipo verace napoletana, con 24h di lievitazione (di cui 18h in frigo a 4°C e 6h a T.A. – temperatura ambiente: 2h prima dello staglio, 4h prima della stesura dei panetti).
Ho impastato con metodo diretto, ed idratazione del 75%.

Questo impasto è molto diverso, anche se gli ingredienti sono gli stessi, da quello pensato per la pizza in teglia.

Fondamentale è avere un po’ di farina di semola di grano duro, per la stesura dei panetti sulle pale! Che sia un po’, e non un quintale!

L’Ariete 909 in opera…

Mentre si stendono i panetti (con un leggero “bagno” sulla semola), il forno va acceso e preriscaldato per una quindicina di minuti al massimo (manopola su 5).
Appena raggiunta la temperatura portiamo pure la manopola su 4. Cosi da tenere la pietra calda, l’aria all’interno calda, ma non rovente – al massimo.

Steso il panetto sulle palette (sono speculari, vanno poggiate l’una sull’altra, seguendo la leggera inclinazione sul lato diritto) si può condire – evitando troppi liquidi.

Va ruotata dunque la manopola della temperatura su livello 5 e aperto il forno. Spostiamo la pizza con le palette sulla refrattaria, facendola gentilmente scivolare.
Dunque si chiude il coperchio.

Secondo Ariete ci vogliono 4/5 minuti per cuocere una pizza da cruda, ma con il mio impasto me ne sono bastati tra i 2 ed i 3 di minuti. Quella cotta per 4 minuti – per provare – è risultata leggermente più croccantina sul fondo.

Sentirsi pizzaiolo con l'Ariete 909
Una margherita con funghi freschi, cotta in Ariete 909

Facile da usare, facile da gestire

Tra una pizza e l’altra basta portare la temperatura su livello 4, per rialzarla su livello 5 quando stiamo per infornare la pizza.
Timer? Mai utilizzato!

Attenzione solo alla crescita del cornicione (la crosta! Si, al nord si chiama crosta…), se gonfia troppo finisce per toccare la resistenza superiore e a bruciarsi.

Una volta terminata la serata in modalità pizzaioli, meglio attendere che il forno raffreddi avendo premura di staccare la presa. Con una spatolina delicatamente rimuoviamo le impurità dalla refrattaria, e puliamo con una pezzolina umida. Non si usa il sapone! Se si macchia, non fa nulla… col tempo diventerà scura. E’ normale.

Ariete 909
Ariete 909 Recensione
Ariete 909 Recensione

Ariete 909, promosso?

Siamo alle battute di chiusura di questa recensione. Com’è, dunque, questo Ariete 909?
Sicuramente un prodotto valido!

E’ un oggetto divertente, che non ha presunzione di essere un forno professionale da pizzeria, ma si fa amare per la sua semplicità (d’uso).
E’ schietto, onesto, piacevole ed è indubbiamente un balzo in avanti nell’esperienza culinaria domestica.
Usare l’Ariete 909 è facile, non il prodotto non fa promesse che non può mantenere.

Per sentirsi soddisfatti è richiesto l’impegno di lavorare un impasto valido, di ragionare un po’ sulle temperature per la cottura ottimale della pizza… ma il risultato è qualcosa di impensabile col forno di casa. 
Esistono altre tecniche, senza dover avere l’Ariete 909, per pizze simil-napoletane (padella in combo col grill, ad esempio), ma sono stressanti.

Visto il rapporto qualità/prezzo di questo Ariete 909 non posso direi altro che:

Se vi appassiona l’arte bianca, in particolare della pizza, è un passo da compiere per sentirsi più vicini ai propri sogni!

Ve lo portate a casa con meno di 90€.
Spedizioni gratuite se siete iscritti (altrimenti click qui di seguito) ad Amazon Prime.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.