Come creare un cinema in casa | Guida

Come creare un cinema in casa | Guida

E’ trascorso moltissimo tempo dall’ultima volta che ho provato l’emozione – sempre bella – di entrare in una sala cinematografica. Il cinema, con il suo profumo di popcorn andati a male e polvere, con il chiacchiericcio di sottofondo, la file per entrare, il dover cercare il posto al buio, ha su di me un incredibile capacità ammaliante. Ma da tanto tempo, ormai, le sale dei cinema sono chiuse.

Ho pensato che provare a ricreare un qualcosa che mi ricordasse la bellezza del cinema, in casa, potesse darmi qualche emozione in più durante la visione di un film! E nonostante i compromessi, devo dire mi è venuta bene!

Come creare un cinema in casa
Tre elementi rendono il cinema speciale: un bel film, i pop corn ed una buona compagnia.

Come (ri)creare il cinema in casa

L’impossibilità di andare al cinema si è fatta sentire. Così, improvvisamente, il cervello s’è messo in opera e ha trovato una soluzione: doveva essere rapida, facile da implementare e soprattutto economica.
Vediamo insieme come sviluppare il progetto. Lo faremo per step, che man mano articolano l’esperienza.

Un proiettore e poco più!

Il primo passo da fare è l’acquisto di un proiettore. Potremmo poi fermarci qui, se le nostre esigenze sono davvero minime, o continuare ad articolare il progetto.
Personalmente ho scelto di portare a casa un proiettore economico, ma con prestazioni piuttosto interessanti rapportate al prezzo: è il modello LC450 di Apeman.

Se avete dove poggiarlo, questo primo step può considerarsi completo. Altrimenti bisognerà provvedere procurandovi un treppiede. Ve ne sono vari in commercio, ma è sempre bene comprare qualcosa di valido. Io ho deciso di impiegare il mio secondo cavalletto fotografico.

Step 01 - Cinema in casa
Il primo passo, che è anche quello principale, consiste nel procurarsi un proiettore valido ed un treppiede.

Telo si, telo no!

Altro elemento caratteristico delle sale cinematografiche è l’enorme telo bianco su cui viene proiettata l’immagine. Che fare, dunque? Procurarsi o meno un telo su cui proiettare?
Dipende. 

Dipende è sempre la risposta giusta perchè, caso per caso, bisogna fare le giuste valutazioni. Avete una parete sufficientemente ampia, tinta di bianco? Si! Ottimo! Del telo potete farne a meno!
Se la risposta è negativa, invece, sarebbe utile procurarsene uno: potete optare per un classico telo con supporto (decisamente più facile da installare, utilizzare e riporre) o per un telo motorizzato (va montato a soffitto, e con l’apposito comando si srotola secondo necessità).

CInema in casa, telo bianco
Il telo bianco è un accessorio che diventa necessario solo c'è un problema di spazi. Se non avete una parete libera, e bianca, su cui proiettare allora è bene procurarvene uno!

La sorgente video

Arrivati a questo punto, lo stretto indispensabile c’è. Dobbiamo ancora pensare all’audio, ma a breve ci arriviamo. Frattanto poniamo l’attenzione sulla sorgente video: da dove vogliamo “trasmettere” le immagini al proiettore?

Abbiamo una serie di alternative valide tra cui navigare, e lo faremo riflettendoci un po’.
Senza troppo doverci impegnare nelle ricerche, sfruttiamo ciò che abbiamo: il computer! Che sia un PC o un Mac poco cambia, avremo comunque bisogno di un po’ di cavetteria per collegare l’uscita video della sorgente al proiettore.
Bisogna, quindi, far attenzione alle porte di cui dispone il computer ed agli ingressi sul proiettore: se avete scelto anche voi il mini proiettore Apeman LC450 (recensione), l’ingresso è una classica porta HDMI.

Potenzialmente il vostro computer potrebbe essere equipaggiato di uscita HDMI, dunque basterà un cavetto classico: quelli a brand Amazon Basics sono economici e validi.
Se, invece, il vostro computer (come i MacBook di Apple) difettano di uscite dedicate, sarà necessario utilizzare cavi USB type C – HDMI oppure sfruttare un adattatore multiporta (tra cui anche l’uscita HDMI).

Quale che sia la vostra scelta, abbiamo risolto il problema di connessione tra computer e proiettore.

Cinema in casa, collegare computer a proiettore
Il collegamento tra computer (PC o Mac) e proiettore è davvero semplice: ci servirà solo il cavo giusto!

Alternativa al computer

Qualora decidessimo di non utilizzare un computer (altre preferenze?) avremmo bisogno di progettare un sistema differente. Non è difficile, ma vi sono diverse alternative.

Forse l’alternativa più immediata è l’acquisto (o magari già ne disponete) di una chiavetta smart che vi consentirà di rendere il proiettore simile ad una smart TV. Avete già capito di cosa stiamo parlando?

Le alternative sul mercato più valide sono fondamentalmente due:

Personalmente vi suggerirei di optare per il prodotto Amazon. Ma anche la chiavetta smart di Xiaomi è un prodotto validissimo!
Questa è una soluzione che vi consentirà di gestire, con il telecomando dedicato e senza bisogno di computer, smartphone o altro, direttamente ciò che guardate proiettato. Avrete Netflix, Prime Video, Disney+, Now TV, Youtube ecc. direttamente sul dispositivo.

Cinema in casa, smart stick amazon e xiaomi
Le chiavette smart di Amazon e Xiaomi sono comodissime: niente cavi e tutto si controlla comodamente con il telecomando!

Smartphone e tablet

Oltre a computer e smart stick possiamo voler trasmettere i nostri contenuti video da smartphone o tablet.
Non è certamente la soluzione più comoda, ma può essere una validissima alternativa se non disponiamo dei due strumenti di cui abbiamo parlato precedentemente e se vogliamo ottimizzare al massimo lo spazio.

Non sarà possibile, in molti casi, procedere senza dotarci di uno strumento che ci consenta la trasmissione video. In molti casi sarà sufficiente un cavo USB Type C – HDMI o in caso di dispositivi Apple (iOS) quali iPhone ed iPad di un adattatore Lightnin – HDMI e del cavo HDMI.

E’ possibile anche procedere senza utilizzare cavetteria. Bisognerà, in tal caso, procurarsi un apparecchio che ci faccia da mirroring. Ve ne sono diversi sul mercato:

Attenzione, però, prima di procedere con fretta. Controllate prima un paio di cose:

  • Il vostro dispositivo (ad esempio lo smartphone) ha la possibilità di trasmettere via cavo il video? Si, possiamo considerare anche la soluzione cablata. Altrimenti scartiamo a prescindere l’idea;
  • Il vostro dispositivo ha tecnologia miracast? Lo trovate sulla scheda tecnica del produttore;

Fate, insomma, prima un check delle specifiche dei vostri dispositivi prima di procedere con acquisti e aspettative!

Dongle miracast o Chromecast per cinema in casa
I sistemi wireless per trasmettere video da smartphone o tablet sono davvero comodi. Tutto passa dai nostri dispositivi.

Cinema in casa? Dopo il video, l’audio!

Siamo a buon punto. Abbiamo scelto il proiettore, valutato l’uso o meno del telo bianco per la proiezione, scelto quale sorgente adottare per dar via al nostro piccolo cinema fatto in casa. Ma un cinema non è tale se non c’è anche coinvolgimento acustico, vero?

La situazione stavolta è strettamente dipendente dalle scelte fatte in precedenza.
Supponiamo abbiate scelto anche voi il proiettore che ho scelto io: Apeman LC450.
L’audio integrato nel proiettore, per forza di cose, non sarà sufficientemente piacevole. Bisogna integrarlo con elementi terzi.

Qualunque fosse la scelta di proiettare utilizzando come sorgente il computer, una stick (chiavetta smart) oppure con una Chromecast/Dongle Miracast possiamo sfruttare la tecnologia Bluetooth e sbizarrirci.

Soundbar e performance elevate

Se abbiamo spazio (magari integrando l’idea di un cinema fatto in casa con l’impianto realizzato per ascoltare i vinili) godiamoci pure la soundbar.
Il risultato sarà sicuramente esaltante: tanto corpo nel suono, con l’accompagnamento di un subwoofer i bassi esplodono e l’effetto cinema è assicurato!

Il set che ho utilizzato prevede, dunque:

Risultato stupefacente.

Set completo per un cinema fatto in casa
Un impianto completo di proiettore e soundbar con subwoofer, richiede anche spazio per essere installato. Se ne avete, questa è la soluzione perfetta. Anche collegare il laptop (smartphone o tablet) ad un impianto Hi-Fi darà grandi soddisfazioni audio!

Flessibilità senza rinunce

Se una delle afflizioni è la questione spazio, nessun problema (avete la mia piena comprensione!), abbiamo una grande soluzione alternativa.

In città come Milano o Roma, purtroppo, si vive in case molto razionalizzate. Quindi il problema spazio c’è e non si può negare. Eccoci dunque con un’idea validissima, ma alternativa, a beneficio della flessibilità.

Consideriamo sempre tutte le sorgenti di trasmissione video di cui abbiamo parlato. Ancora una volta ci affideremo al Bluetooth per l’audio.
Invece della soundbar, stavolta, scegliamo di utilizzare delle casse Bluetooth (al plurale, perchè vogliamo comunque un effetto stereo!).

Ci viene in soccorso JBL con il modello Pulse 4 (anche i modelli passati sono validi al nostro scopo). Queste casse senza fili possono essere utilizzate in gruppo – se abbiamo due casse, esse suoneranno sincronizzate.
Ci basterà metterne una a destra ed una a sinistra e il risultato sarà sorprendente (le ho, le ho provate proprio con l’obiettivo di utilizzare il proiettore a letto, e mi hanno conquistato!).

Sono certamente un prodotto costoso, ma la resa sonora è davvero importante. Lo è anche l’effetto visivo regalano le luci incorporate nel body dello speaker. Esse sono personalizzabili tramite l’App dedicata JBL Portable (un tempo JBL Connect).

Se si vuole risparmiare qualcosa, senza rinunciare alla potenza (ma ad un po’ di pulizia del suono si) anche Tronsmart offre un’ottimo prodotto: le casse Bluetooth Element Force. Si tratta di casse impermeabili (dunque sfruttabili anche al mare) che si possono utilizzare in coppia – come le JBL – regalando effetto stereo avvolgente. I bassi sono corposi, densi, solidi. Per i film action… regalano sorrisi!

Un cinema fatto in casa versatile e senza fili
Sfruttare le tecnologie wireless per trasmettere audio e video rende il sistema un po' più articolato, ma estremamente flessibile. Facile da posizionare dove viene comodo, con spazi ridotti, ed elementi utilizzabili in diverse situazioni (anche indipendentemente tra loro).

Godersi il cinema dal divano di casa

Ci siamo. Abbiamo costruito un piccolo cinema domestico. Non abbiamo speso cifre folli ed il risultato è più che discreto!
Avremo perso un po’ di quella bella magia che le sale, con la polvere, gli odori, i rumori caratteristici regalano, ma… i cinema riapriranno, torneremo a perderci in quel turbinio di emozioni che il grande schermo regala! Però, le nostre serate dedicate ai film o alle serie TV avranno tutto un altro sapore!

L’angolo dei ricordi

Momento nostalgia, nato pensando al cinema!
Non potrò mai dimenticare le sensazioni (accentuate sicuramente dal riviverle dopo tanti anni, solo mentalmente) che provavo andando al cinema Partenio (il cinema di Avellino).
Durante i mesi invernali, quando fuori imperversava la pioggia e il freddo scottava le orecchie, capitava spesso di essere in due o tre in sala. Godersi il film senza interruzione, avvolti dall’odore di polvere (che chissà da quanti secoli era li), di pop-corn stantii, con il suono del proiettore di sottofondo accompagnato ogni tanto da un colpo di tosse, era meraviglioso. Lo erano perfino le sedie – neppure tutte sane – super scomode!

Il cinema era un rito, un momento di emozione.
Aspettiamo, tutti, che riaprano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.