Croazia on the road: da sud a nord in Cinquecento | Parte 2

Raggiungere l’isola di Hvar, da Dubrovnik, non è complicato. Richiede tempo e bisogna macinare un po’ di strada. L'isola di Hvar La mattina, dopo una bella colazione con biscotti, caffè greco e succo di frutta, ha preso il via col rombo del motore. Tutto pronto, salutati Mark e Boba, ci siamo rimessi in strada, puntando stavolta a nord. Bisognava superare nuovamente la frontiera con la Bosnia (dove, per nostra fortuna, non abbiamo incontrato traffico) e poi virare verso la costa non appena rientrati in Croazia. Le impressioni, anche al ritorno, di mattina e non al tramonto, non sono state diverse:

Leggi di più

Croazia on the road: da nord a sud in Cinquecento | Parte 1

L’aria tiepida della primavera stava prendendo il posto di quella, più gelida, che riempie gl’inverni di Milano. E con l’arrivo del primo sole tiepido, il fiorire dei primi germogli nei campi e sul bordo strada, l’idea di organizzare una vacanza stava prendendo forma. Perchè non un viaggio, integralmente, on the road? Partenza da Milano, andata e ritorno. L’idea era di non rinunciare al mare, ma neppure scegliere mete dove poco altro ci avrebbe potuto allietare, quindi, con un po’ di curiosità abbiamo scelto la Croazia. “Vediamola tutta!”, o almeno, proviamoci. E così, via. Giunto Agosto, freneticamente atteso, il pomeriggio tardo

Leggi di più

Parigi: Museo del Louvre e Museo d’Orsay

Parigi è un luogo magico, suggestivo, emozionante. Scoprire la città è un'avventura quotidiana. Se passeggiare per i suoi viali regala suggestioni romantiche ed andare alla scoperta della tradizione culinaria parigina è un percorso intrigante, un must per chi visita Parigi è far tappa in due dei musei, probabilmente, più famosi del mondo: il Museo del Louvre ed il Museo d'Orsay. Museo del Louvre Il cielo è limpido, l'aria frizzante. Di buon mattino ci siamo dati come obiettivo un viaggio nel museo più famoso del mondo, il Museo del Louvre. Ci svegliamo, ci prepariamo e ci lanciamo in strada. Ci vuole

Leggi di più

Erice: sulle orme di Afrodite

Pendici rocciose, inframmezzate da fiori di campo ed erbe spontanee, scivolano verso il mare. Roccia viva che si scontra con un cielo azzurro. E' il Monte Erice che si alza verso il cielo e domina la valle omonima. Trapani ad ovest vive dei suoi trambusti e si lascia invadere al profumo del sale, ad est San Vito lo Capo sonnecchia in una primavera che tarda ad arrivare ed il blu del Mediterraneo riempie lo sguardo di chi si inerpica per i tornanti. "De l'ombroso pelasgo Èrice in vetta eterna ride ivi Afrodite e impera, e freme tutt' amor la benedetta

Leggi di più

La via del lupo: le sorti dell’Appennino e un libro da divorare

Gli Appennini sono la spina dorsale d'Italia, su di essi si possono percorrere sentieri tortuosi e meravigliosi che conducono dalla Sicilia fin alle Alpi. Eppure, questi monti meravigliosi, non sono solo la casa di tanti uomini, ma un territorio appartenuto da sempre al lupo. Oggi vi vogliamo raccontare di queste creature meravigliose, del loro impatto sull'ecosistema naturale ed economico di queste aree periferiche, ma anche di strade e sentieri da percorrere per un viaggio (letterario e fisico) che potrebbe farvi innamorare della natura selvaggia. Il nostro viaggio inizia, continua nelle ed oltre le pagine del libro La via del lupo.

Leggi di più

Dove mangiare il miglior pani ca’ meusa di Palermo | Food Guide

Uno dei prodotti gastronomici più interessanti del panorama palermitano (e siciliano) è il famoso - e spesso poco compreso - panino con la milza: Pani ca' Meusa! Caldo, profumato, dal sapore chiaro e deciso è uno di quei cibi che, in occasione di un viaggio in Sicilia - e a Palermo - va assaggiato senza titubanze. Potrà piacere o meno, ma è un'esperienza che ogni curioso (ed ogni goloso) dovrebbe fare. Pani ca' Meusa Prima di andare alla scoperta dei migliori panini con la milza di Palermo andiamo a scoprire cos'è, in realtà, il famoso pani ca' meusa. Scopriamone la

Leggi di più

I borghi del silenzio | Bisaccia

L'Italia è un Paese bellissimo, ha una storia antichissima da raccontare ed abbiamo la fortuna di viverla (da turisti o da locals) quotidianamente. Ogni territorio è intriso di storie, non sempre gioiose, ma preziose indubbiamente. Eppure, guardandosi intorno, c'è anche una serie di nuove pagine che stiamo scrivendo con parole estremamente tristi: è l'Italia che muore, con i suoi borghi del silenzio. L'Italia che muore: Bisaccia Il luogo di cui vi parliamo oggi è sito in Irpinia d'Oriente, lì, nel mezzo dell'Alta Irpinia, tra altopiani dorati d'estate - con il grano che si lascia cullare dal vento - e candidi

Leggi di più

Castelbuono: una giornata sulle Madonie

Castelbuono è un borgo molto affascinante in cui trascorrere una giornata per scoprire una Sicilia che non profuma di mare. Dimenticatevi i fichi d'india, la sabbia fine e il mare turchese, dimenticatevi del vociare di Palermo e dell'odore di salsedine. Qui, alle porte delle Madonie, il verde è il colore che vi riempirà gli occhi, il freddo in inverno si fa sentire, funghi, boschi e perfino le neve sono parte del quotidiano. Le stradine del centro storico di Castelbuono sono pulite e carine. "In questo posto festeggiamo i matrimoni, ma anche i divorzi" - Ottimo mood! Castelbuono: una giornata sulle

Leggi di più

Consonno: balocchi e fantasmi

C'era una volta Consonno... potrebbe essere questo l'inizio di una favola dal lieto fine. Siamo qui, invece, a raccontare una storia che non ha un lieto fine, nonostante tutto abbia preso il via per essere una favola. Siamo in Lombardia, nei pressi della città di Lecco. Tra i monti, celata dai boschi, sorge quella che fu la realtà di Consonno, la città dei balocchi. Si intravede la struttura del Minareto nel verde dei boschi Consonno: balocchi e fantasmi Consonno è un luogo fatto di cemento, radici, mattoni, rami, asfalto, prati, silenzi e voci. Si, sembrerà un elenco abbastanza sciocco, composto

Leggi di più

Una giornata a Versailles

Non c'è essere umano che non conosca, anche solo per sentito nominare, la Reggia di Versailles. Chiunque abbia studiato un po' di storia, oppure visto qualche film, una pellicola sui Moschettieri, le storie di Maria Antonietta ecc. avrà sicuramente ammirato - filtrate da un display - le camere della reggia. Il pomposo ingresso del Palazzo di Versailles. A primo impatto, che spettacolo! Una giornata a Versailles Visitare la Reggia di Versailles, ed i suoi giardini, richiede impegno, tempo e curiosità. E' un viaggio nel viaggio. Nei cinque giorni trascorsi alla scoperta di Parigi abbiamo deciso di investirne uno in questo

Leggi di più